ULTIMATUM DEL SINDACO ALLA SAN RAFFAELE, INTERVENGA L’ASL

Si alleggerisce la presenza di pazienti covid nell’ospedale di Sulmona. Oggi infatti un paziente, arrivato all’ospedale dell’Annunziata in gravissime condizioni, è stato trasferito all’Aquila. Mentre ieri era stato trasferito a Pescara il ventitreenne, anche lui arrivato in condizioni critiche a Sulmona.  Lo ha annunciato oggi il sindaco Annamaria Casini, nel corso del suo quotidiano report televisivo. A questo punto sono quattro i pazienti covid ricoverati a Sulmona. “Ma desta ancora preoccupazione la situazione alla San Raffaele – ha sottolineato Casini – oggi ho ritenuto di diffidare la San Raffaele perché ponga in atto tutte le azioni di contenimento possibili, perché un caso come questo va trattato con procedure straordinarie, creando un cordone di isolamento intorno alla struttura, per tutelare la città e le stesse persone coinvolte nella vicenda”. “Ad oggi non è dato sapere con chiarezza né risultati dettagliati dell’attività diagnostica fatta finora alla San Raffaele, nè quali siano state le misure urgenti di contenimento, che io stessa avevo richiesto dalla scorsa settimana” ha precisato il sindaco. Per questo motivo il sindaco ha ritenuto indispensabile sollecitare Regione, Asl, Prefetto e Carabinieri sulla necessità di isolare la San Raffaele. Il sindaco attenderà domani decisioni dalla San Raffaele, altrimenti chiederà l’intervento diretto del Prefetto dell’Aquila. Atto importante della giornata è stato anche l’approvazione del regolamento per i buoni pasto da distribuire per fasce sociali in stato di bisogno, da parte della giunta comunale. A Sulmona è stata assegnata, secondo la ripartizione fatta per l’Abruzzo, la somma di 150mila euro.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *