DUE PAZIENTI COVID DIROTTATI A SULMONA, E’ SCONTRO CON LA REGIONE

Momenti di tensione all’ospedale di Sulmona. Nel primo pomeriggio infatti è arrivata la notizia che l’ospedale dell’Annunziata avrebbe dovuto accogliere due pazienti affetti da coronavirus. Si tratta di pazienti che dall’ospedale di Pescara, ormai allo stremo, in un primo momento dovevano essere ricoverati nell’ospedale di Avezzano, in quanto ospedale di primo livello e dotato di un reparto di malattie infettive. Ma dalla Regione l’ordine è stato tassativo: i due pazienti devono andare nell’ospedale di Sulmona. Sulla vicenda è intervenuto anche ill sindaco Annamaria Casini che ha tentato in ogni modo di far recedere la Regione da questa decisione, in quanto l’ospedale sulmonese non è attualmente attrezzato per accogliere malati infetti dal coronavirus. L’unico posto in dotazione è infatti già impegnato dal paziente 53enne di Castel di Sangro. Accogliere altri pazienti contagiati significherebbe destinare ill reparto di Rianimazione solo ai malati covid, cosa che escluderebbe qualsiasi altro tipo di intervento. Le eventuali urgenze e relativi interventi chirurgici  non potrebbero essere affrontati nell’ospedale dell’Annunziata. In queste ore il braccio di ferro va avanti. L’ultima parola comunque spetta alla Regione.



Il tuo commento