DISTRIBUZIONE MASCHERINE, A PRATOLA E’ SCONTRO TRA AMMINISTRAZIONE COMUNALE E OPPOSIZIONE

E’ scontro tra amministrazione comunale di Pratola e gruppi di opposizione sulle mascherine messe a disposizione dei cittadini dalla stessa amministrazione. Tutto comincia quando  ieri pomeriggio il Comune di Pratola Peligna annuncia la distribuzione pubblica alla cittadinanza delle mascherine autoprodotte non certificate, per oggi dalle 15 alle 19 nella sede della Protezione civile. Il Pd, Futuro Comune e Pratola Insieme, gruppi consiliari d’opposizione, lanciano l’allarme per l’assembramento e per il rischio di mancanza di valide misure di prevenzione, chiedendo all’amministrazione comunale, in particolare al vice sindaco Nunzio Tarantelli e all’assessore Antony Leone di annullare la distribuzione pubblica delle mascherine optando per una distribuzione a domicilio e su prenotazione. “Stamattina nulla era cambiato e abbiamo sollecitato di nuovo l’annullamento e finalmente, all’una circa, l’amministrazione è tornata sui suoi passi, annullando la distribuzione pubblica e accogliendo totalmente le nostre proposte” precisa Mattia Tedeschi, segretario del circolo Pd. “Tutto bene quel che finisce bene? Ci saremmo aspettati un doveroso silenzio e invece il sindaco sceglie di condividere un post con fantasiose minacce e impedimenti da parte nostra. Nulla di più falso. Come ci impone il nostro ruolo, abbiamo avanzato una legittima richiesta poi giustamente accolta con fatica” continua Tedeschi. Il sindaco, sui social, aveva scritto: “Non mi mettono paura le “minacce” di chi anche in piena emergenza si permette di dirci che se non stopperemo alcune iniziative, con riferimento alla distribuzione delle mascherine, “usciranno come partito”….. quello stesso partito che oggi più che mai sta dimostrando incapacità assoluta anche a livello nazionale”. “Ed al posto di dirci…… vi diamo una mano anche noi, seppur opposizione, ci attaccano e provano a denigrare una iniziativa fatta solo e soltanto col cuore da persone di buona volontà che hanno messo a disposizione il loro lavoro per rispondere a qualche esigenza, mentre loro sperano di metterci in difficoltà. Non ci riuscirete! Mai! Perché i pratolani avranno buon senso e troveremo tutti i modi possibili per rispondere nel pieno rispetto della normativa”. “Amareggiato dico che non serve la gara a chi è più protagonista o più buono tantomeno vittimismi sterili e manie di protagonismo – conclude il segretario Pd – serve solo il rispetto dei decreti ministeriali, delle disposizioni del mondo sanitario e restare a casa per superare quest’emergenza sanitaria mondiale e non becera propaganda o gara al consenso”. Intanto le mascherine sono in distribuzione a domicilio, su prenotazione, fino alle 19 di oggi e da domani fino a venerdi, sempre dalle 15 alle 19, sabato dalle 10 alle 12. I cittadini interessati potranno contattare i numeri telefonici 0864-274141, tasto 1 oppure 0864-274198. Restano fermi i principi che ogni famiglia avrà una mascherina e priorità a chi è più esposto ai contatti con l’esterno. Una modifica delle modalità di distribuzione, decisa dagli amministratori comunali dopo le osservazioni mosse dai gruppi di opposizione.