AZIENDE DISPOSTE A COLLABORARE PER SUPERARE EMERGENZA COVID-19

Parti di ricambio, accessori, attrezzature mediche e tutto quanto utile alla gestione e al superamento dello stato di emergenza per il Covid-19: si offrono di realizzarli aziende e professionisti di Abruzzo e Marche che si occupano di stampa 3D e manifattura additiva, pronti a operare nella progettazione e nella produzione. La proposta è stata inviata alle quattro Asl abruzzesi da Francesco Puzello, esperto di tecnologie additive, coordinatore della rete ‘3d4growth’ con aziende di tutta Italia, in particolare di Abruzzo e Marche. “Riteniamo di poter ovviare, attraverso le tecnologie di stampa 3D – spiega – ai problemi di approvvigionamento di risorse utili alla gestione della crisi”.  “Possiamo e vogliamo essere utili” scrive Puzello, precisando che intende mettere al servizio di tutti ‘pro bono’ la sua consulenza. “Alcune aziende hanno confermato che intendono chiedere un rimborso a fine emergenza – dichiara – E’ importante far sapere che possiamo operare con: stereolitografia. Digital Light Processing, Fused Deposition Modeling, Selective Laser Sintering, sistemi di acquisizione 3D”. “C’è la disponibilità di aziende di Abruzzo, Marche e alcune tra quelle rimaste aperte nel nord Italia – spiega Puzello – Per esempio la Prosilas di Civitanova Marche (Macerata), che mette a disposizione uno dei parchi macchine più grandi in Italia. Nell’ambito della mia collaborazione con le attività tecnologiche di Additive Manufacturing dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso dell’Infn, è stata offerta piena disponibilità dall’Ente e dal responsabile del 3DLab, Donato Orlandi, alla fruizione di competenze e di tecnologie. Personalmente, come tanti, avendo familiari sparsi per l’Italia, vivo con una certa preoccupazione questa emergenza. Ecco, con questa iniziativa speriamo di contribuire a risolvere anche solo alcuni dei tanti problemi”. Per inviare richieste o per le aziende che vogliano aderire all’iniziativa mail a: [email protected] . (