MARELLI, CERTIFICATI DI MALATTIA PER PAURA CORONAVIRUS. SINDACATI ATTENDONO SEGNALI CHIARI DA AZIENDA

La paura di restare contagiati dal coronavirus in fabbrica è tanta e sono già circa 85 i certificati di malattia presentati da altrettanti operai dello stabilimento sulmonese della Sistemi Sospensioni, ramo aziendale della Magneti Marelli di Sulmona. I certificati sono fioccati in questi giorni sul tavolo della direzione dell’azienda che ha deciso di prolungare parte della produzione, nonostante il fermo disposto dalla sede centrale fino al prossimo 18 marzo. E proprio oggi le organizzazioni sindacali di categoria hanno incontrato l’azienda per chiedere la corretta applicazione delle misure di sicurezza per il contrasto del Covid-19. Al momento non si è ancora arrivati ad una decisione ma c’è il rischio che in serata dovranno presentarsi in fabbrica almeno una quarantina di operai per garantire la produzione nello stabilimento messicano e della Sevel. Se ciò dovesse avvenire i sindacati sono pronti a prendere le distanze dall’azienda per tutelare la salute dei lavoratori, non escludendo il ricorso all’astensione dal lavoro.