A LUGLIO TORNA L’ENECTA BIKE TOUR, ISCRIZIONI AL VIA

L’Enecta Bike Tour alla sua terza edizione, che si disputerà il prossimo 4 e 5 luglio. L’evento prenderà il via come è sua tradizione nel cuore dell’Abruzzo con una missione speciale. In questa edizione ad ogni ciclista verrà affidato un seme di cannabis in custodia.  Il seme dovrà essere conservato fino a Castelvecchio Subequo, all’arrivo della seconda tappa, dove sarà ‘piantato’ a campo aperto. Un gesto propiziatorio e simbolico per la stagione di coltivazione 2020. Enecta è main sponsor dell’evento, in partnership con GreenValley. In questa edizione la ‘carovana verde’ visiterà una delle più importanti stazioni turistiche montane presenti sull’intero Appennino: Roccaraso. In due giorni saranno percorsi quasi 180 chilometri per poco più di duemila metri di dislivello. L’Enecta bike tour non è una gara ciclistica, ma una passeggiata cicloturistica in luoghi quasi incontaminati a traffico zero con l’opportunità di una maggiore conoscenza sul mondo della cannabis, qui dove l’azienda investe in progetti di coltivazioni. Ed ecco il programma dell’Enecta Bike Tour: venerdì 3 luglio arrivo in Valle Subequana (Castelvecchio Subequo – Castel di Ieri) e sistemazione in Ostello o B&B, cui seguirà una cena di benvenuto. La prima Tappa: L’Enecta Bike Tour prenderà il visa sabato 4 luglio alle ore 10.30 da piazza Croce in Castel di Ieri con l’arrivo di tappa a Roccaraso, previsto per le ore 17.00. Le biciclette attraverseranno Sulmona. A piazza XX Settembre verrà scattata una foto della carovana verde, dove sorge la statua dedicata all’autore degli Amores e dell’Ars Amandi. Lasciando Sulmona il gruppo si dirigerà alla volta di Cansano, un piccolo Borgo situato all’interno del Parco Nazionale della Majella, alle porte del Bosco di Sant’Antonio. Qui il gruppo, dopo una salita di sei chilometri, troverà il primo punto ristoro di giornata, in cui sarà possibile apprezzare, oltre alle salite, le prelibatezze culinarie del territorio. Dopo essersi rifocillati, i ciclisti percorreranno 15 chilometri di salita durante i quali entreremo in un luogo magico, anticamente sacro e dedicato a Giove. Parliamo del Bosco di S.Antonio una delle più belle faggete presenti in Abruzzo, si estende per circa 17 ettari tra il Monte Pizzalto e il Monte Rotella. La piana del Bosco sarà l’occasione per ricompattare il gruppo, tra i silenziosi pascoli, ci condurrà verso uno dei Borghi più Belli d’Italia, Pescocostanzo, a quota 1395 metri s.l.m. Il Borgo nasce su un altopiano conosciuto come ‘La Regione degli altipiani maggiori d’Abruzzo”. Una volta giunti a Pescocostanzo mancheranno soltanto 5 chilometri alla conclusione della prima tappa, sufficienti per attraversare Rivisondoli e la discesa che ci accompagnerà fino all’Hotel Sporting di Roccaraso. La seconda Tappa: domenica 5 luglio dopo la colazione in Hotel sarà il momento di partire per la seconda tappa, partenza prevista per le 10 dal piazzale antistante l’albergo. Prima di partire però, grazie ai ragazzi del free fitness ci saranno esercizi di stretching e riscaldamento per affrontare i km che ci aspettano nel migliore dei modi. L’arrivo a Castelvecchio Subequo è previsto per le 17. Lasciata la bella Roccaraso la carovana affronterà le fatiche di giornate che si presenteranno ai piedi della stazione di Palena, dopo una decina di km, affronteremo la salita del Valico della Forchetta, a circa 1370 metri. Si aprirà lo splendido scenario del Parco della Majella lungo una discesa che condurrà dritti a Campo di Giove dove avverrà la prima pausa di giornata. Da Campo di Giove una nuova salita, dalle pendenze dolci, fino a Passo San Leonardo, un valico dell’appennino abruzzese a quota 1282 metri. A questo punto della tappa 9 chilometri di discesa ci separano dallo splendido Borgo di Pacentro dove avverrà la seconda sosta di giornata. Giunti a Pacentro mancheranno esattamente 25 chilometri fino al Campo di Cannabis Sativa di Castelvecchio, arrivo e conclusione della seconda tappa e terza edizione del Tour. Poi di nuovo Sulmona, fino a Raiano salendo tra le splendide gole del Sagittario fino ai piedi del Monte Sirente. Giunti a Castelvecchio, i ciclisti pianteranno in campo aperto i semi di cannabis. Un gesto dal forte valore simbolico: donare alla natura un seme che farà nascere altri semi, da cui nasceranno piante che faranno germogliare sogni. Per ulteriori informazioni: [email protected] La quota di partecipazione è di euro 150. Pernotto in Ostello venerdì 28 giugno. Divisa + mantellina del Tour – Map Trip, assistenza meccanica – assistenza con acqua, sali minerali, frutta, assicurazione. Una notte in Hotel – 2 Cene (sabato e domenica) – 1 Colazione. L’Ostello è composto da cinque letti, quindi è in condivisione con altri ciclisti. Qualora non fosse gradita come sistemazione, possiamo indicare e prenotare in altre strutture ricettive sulla base delle singole necessità.Durante il percorso ci saranno due punti ristoro e assistenza meccanica per i ciclisti. In caso di problemi meccanici o di altra natura, la bicicletta sarà carica in auto ed il ciclista accompagnato fino a destinazione.