SPARO’ SULL’AUTO DEL FRATELLO, CONDANNATO AGENTE DI POLIZIA PENITENZIARIA

Aveva sparato con un’arma ad aria compressa piombini che avevano colpito e danneggiato in più punti la carrozzeria dell’auto del fratello, una Nissan Navara. Tutto sarebbe accaduto per futili motivi nel periodo tra aprile e giugno del 2013. Nei giorni scorsi il giudice del Tribunale di Pescara, Virginia Maria Libera Scalera, ha depositato la motivazione della condanna per danneggiamento Roberto Camarra, residente a Popoli. L’agente di polizia penitenziaria è stato condannato alla pena di sei mesi di reclusione, al pagamento delle spese processuali e al risarcimento del danno. Probabilmente rapporti tesi con il fratello Gregorio avrebbero provocato liti a più riprese e Camarra, secondo le accusate formulate nel capo d’imputazione e per le quali è finito sotto processo, avrebbe esploso piombini contro l’auto del fratello.