PESCARA-ROMA:PROTOCOLLO D’INTESA TRA ABRUZZO, LAZIO, RFI E MINISTERO

L’obiettivo è quello di collegare in poco più di un’ora e mezza Pescara e Roma, arrivando ad un rapporto più rapido tra Tirreno e Adriatico. Questa la sostanza del protocollo d’intesa firmato nel pomeriggio di oggi, martedì 3 nella sala stampa di Montecitorio, tra il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Paola De Micheli, il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e l’amministratore delegato Rfi, Maurizio Gentile. L’intesa verte sull’ammodernamento della linea ferroviaria Pescara-Roma. Con questa intesa è stato anche costituito un gruppo di lavoro che dovrà occuparsi del potenziamento della linea ferroviaria Roma-Pescara. Altra finalità dell’intesa è quella di valutare e definire soluzioni progettuali per interventi di tipo infrastrutturale, tecnologico, operativo e organizzativo, necessari per il miglioramento del collegamento ferroviario tra le città di Roma e Pescara e, in particolare, per il potenziamento della frequenza dei servizi tra Pescara e Chieti e per la velocizzazione dei servizi nella tratta Roma-Avezzano. La ferrovia Roma-Pescara è una linea importantissima per il trasporto delle merci dal Porto di Pescara verso Roma e Civitavecchia, un corridoio strategico tra est e ovest, una tratta fondamentale che lega la Spagna alla Croazia. Il Lazio ha già firmato un accordo con Rfi per incrementare la capacità di traffico sulle linee ferroviarie regionali, tra cui la FL2 Roma-Tivoli-Pescara, dove sono già aperti alcuni dei cantieri per il raddoppio della linea fino a Guidonia. Favorire lo sviluppo di questa linea ferroviaria è quindi un’opportunità di crescita sia per la Regione Lazio, sia per la Regione Abruzzo. Insieme al potenziamento di tutte le infrastrutture e al rinnovo di tutto il parco rotabile delle linee regionali, saranno utili ulteriori accordi interregionali per la crescita dei collegamenti per i pendolari e per le merci, è stato aggiunto.