RICETTE MEDICHE “FAI DA TE”, REVOCATO OBBLIGO DI FIRMA PER EX DIPENDENTE ASL

Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Sulmona, Marco Billi, ha revocato la misura cautelare dell’obbligo di firma per Luigi Primiani, 40 anni, molisano, ex dipendente dell’ospedale di Sulmona. Il giudice infatti ha accolto l’istanza depositata dall’avvocato Massimo Carugno che aveva già ottenuto  in precedenza la remissione in libertà con la revoca degli arresti domiciliari. Il quarantenne molisano, il 31 ottobre scorso, era stato sorpreso all’uscita dalla farmacia Del Monte, subito dopo aver acquistato medicinali con principio attivo “Fentanil”, presentando prescrizioni indebitamente sottratte alla Asl e autonomamente compilate con contraffazione della firma del medico. Il dipendente Asl, secondo quanto accertato dai Carabinieri, si sarebbe quindi procurato medicinali completamente esenti da ticket, causando, dal mese di maggio ad ottobre 2019, un danno approssimativo di circa ventiduesima euro al Servizio Sanitario Nazionale. Quelle ricette “fai da te” servivano però all’uomo solo per curarsi. L’accusa quindi, comprendente originariamente anche la detenzione e lo spaccio, è stata assolutamente ridimensionata. Nel frattempo la Asl 1 ha aperto il procedimento disciplinare.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *