SULMONESE ENTRA IN UN BAR CON UN COLTELLO DA CUCINA, IL GIUDICE LO CONDANNA

Se la prende con alcuni clienti dando in escandescenza in un bar del centro storico di Sulmona. Il barista chiama la polizia che lo trova in possesso di un coltello e due spatole da cucina. Oggi il giudice del tribunale di Sulmona lo ha condannato al pagamento di settecento euro. Secondo l’accusa sostenuta anche oggi dal pubblico ministero Antonio De Simone, 54enne sulmonese che nel procedimento giudiziario è stato difeso dall’avvocato Alberto Paolini, avrebbe portato fuori dalla propria abitazione senza un valido motivo che lo potesse giustificare,  un coltellone da cucina e due spatole con lama piatta di 11 cm chiaramente utilizzabili per colpire. Anche perchÉ nella situazione in cui l’imputato si è venuto a trovare, dando in escandescenza in un bar pieno di clienti,  il 54 enne avrebbe potuto far male a qualcuno.

Il tuo commento