SCOCCIA: IL MIO PRIMO ANNO IN REGIONE, TANTE BATTAGLIE E SODDISFAZIONI PER IL CENTRO ABRUZZO

“Oggi, un anno dalle elezioni regionali, sono orgogliosa e gioiosa di aver garantito una rappresenza in Regione al nostro territorio”. A ricordarlo sui social è il consigliere regionale Marianna Scoccia, parlando di un anno, da quel 10 febbraio elettorale, vissuto tra tante battaglie e soddisfazioni. “Le polemiche iniziali non hanno scalfito le nostre energie – sottolinea Scoccia – ed abbiamo continuato con forza e determinazione la campagna elettorale, percorrendo centinaia di chilometri ogni giorno e toccando con mano le tante difficoltà di chi vive nel centro Abruzzo”. “Alla fine di una dura campagna elettorale 5257 elettori hanno sancito una straordinaria vittoria”. Ma il consigliere regionale non dimentica poi le difficoltà patite successivamente. “Infatti “qualcuno” stabilisce che non possiamo appartenere alla maggioranza in quanto Marianna Scoccia è la moglie di Andrea Gerosolimo – aggiunge il consigliere regionale – La sovranità del popolo è calpestata e “qualcuno” continua la sua personale battaglia con atti persecutori che hanno come diretta conseguenza l’esclusione dalla giunta regionale”. Ma non finisce qui. Contro l’elezione del consigliere Scoccia tre privati cittadini presentano ricorso al Tar e al Consiglio di Stato.. La giustizia amministrativa però sancisce, in via definitiva, la legittimità del risultato elettorale. “Ma la persecuzione continua perché è di qualche giorno fa la notizia che uno dei tre cittadini – tiene a precisare Scoccia – una cittadina si rivolge addirittura alla Corte di Cassazione”. Ma passando alle cose fatte il consigliere regionale ricorda le sue battaglie e iniziative per il Punto nascita dell’ospedale di Sulmona, per il primo livello dello stesso ospedale, per la ricostruzione post sisma, per l’Agenzia di Promozione Culturale di Sulmona, per l’assegnazione di fondi ai Comuni del Centro Abruzzo, per circa 300mila euro. “Voglio citare, come ho fatto altre volte, le parole di Papa Francesco :”Il segreto della vittoria, in campo, ma anche nella vita, sta nel saper rispettare il compagno di squadra, ma anche l’avversario. Nessuno vince da solo, né in campo né nella vita”.



Il tuo commento