PIZZOLA: CITTADINANZA ONORARIA A POMPEO NON E’ AFFARE DEI SOLI PACENTRANI

La cittadinanza onoraria da attribuire o negare al segretario di Stato Usa, Mike Pompeo, non è questione che può riguardare solo i pacentrani ma tutti i cittadini. Ad affermarlo è Mario Pizzola, a nome dell’associazione “Un solo pianeta”. Inoltre sebbene la petizione popolare a favore della cittadinanza onoraria a Pompeo sia legittima per Pizzola “meno condivisibile è la tesi, sostenuta dai promotori, secondo cui la politica non c’entra nulla. Come se Pompeo fosse uno qualunque e non fosse, per l’incarico che ricopre, uno degli uomini politici più potenti al mondo, dalle cui decisioni possono dipendere  le sorti dell’intera umanità”. “Pompeo non dà lustro né a Pacentro né all’Italia, appiattito com’è sulle posizioni irresponsabili di Trump che rischiano di favorire il rilancio del terrorismo e di mettere in pericolo i militari italiani presenti in Medio Oriente.Né bisogna dimenticare l’appoggio che Pompeo, in perfetta sintonia con la tradizione imperialista degli Stati Uniti, ha dato al tentativo di colpo di stato militare di Juan Guaidò, autoproclamatosi presidente dell’Assemblea Nazionale del Venezuela” continua Pizzola. “E’ inoltre davvero singolare che un personaggio come Pompeo, che si vanta delle sue radici di discendente di immigrati, sia in prima fila nel sostenere il muro anti migranti di 2000 km alla frontiera del Messico, lungo la quale, secondo le rivelazioni del New York Times, Trump avrebbe voluto costruire una enorme trincea d’acqua piena di serpenti e coccodrilli – conclude il leader pacifista – Si potrebbe continuare ma riteniamo che ce ne sia quanto basti per archiviare la questione della cittadinanza onoraria a Pompeo”.



Il tuo commento