LA CITTADINANZA A POMPEO SPACCA IN DUE PACENTRO, AVVIATA PETIZIONE POPOLARE

La cittadinanza onoraria al segretario di Stato Usa, Mike Pompeo, spacca in due la cittadinanza di Pacentro. Infatti dopo che l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Guido Angelilli ha negato l’onorificenza al segretario di Stato, i cui bisnonni paterni sono nati a Pacentro, in paese è stata avviata una raccolta firme, per riproporre il riconoscimento. A promuovere  l’iniziativa è il gruppo consiliare di minoranza, Direzione Pacentro. La decisione di negare la cittadinanza onoraria era stata presa già due mesi fa dal Consiglio comunale di Pacentro, motivata dal fatto che occorrerà prima redigere un apposito regolamento. Un pretesto come un altro, secondo l’opposizione, per dire no alla cittadinanza onoraria. Direzione Pacentro ritiene invece che “Mike Pompeo si è distinto sia nel campo culturale, sia in quello industriale, sia in quello lavorativo”.  Secondo l’opposizione negando la cittadinanza onoraria a Pompeo Pacentro subirebbe un danno di immagine permanente. Inoltre tale onorificenza potrebbe essere fonte di benefici per la comunità stessa di Pacentro e per il resto del comprensorio peligno. Secondo l’opposizione consiliare la politica internazionale con la cittadinanza onoraria ad un discendente di cittadini pacentrani non ha nulla a che vedere, mentre sarebbe efficace veicolo di visibilità e di benefici per Pacentro, come segno di sano patriottismo, inteso non come nazionalismo ma come genuino amore alla terra d’origine.



Il tuo commento