STUDENTI PELIGNI INCONTRANO L’UNIVERSITA’ CAMPUS BIO-MEDICO

Settecento studenti della Valle Peligna provenienti dalle scuole superiori di Avezzano, Sulmona, Pratola Peligna, Castel Di Sangro e Popoli saranno protagonisti, lunedì prossimo, 13 gennaio, dalle 9.00, della giornata di orientamento universitario “UCBMINCONTRA”, l’evento promosso dall’Università Campus Bio-Medico di Roma al teatro Maria Caniglia, alla presenza del presidente della Regione, Marco Marsilio e del vescovo di Sulmona, Michele Fusco. Un’occasione per aiutare gli studenti superiori del territorio peligno a scegliere il corso universitario che li accompagnerà nei prossimi anni coinvolgendo gli istituti del comprensorio, dai licei classici e scientifici ai linguistici. Con le sue tre Facoltà di Medicina e Chirurgia, Ingegneria e Scienze e Tecnologie per l’Uomo e l’Ambiente organizzate in undici corsi di laurea l’Università Campus Bio- Medico di Roma da sempre si caratterizza per la sua capacità di unire la ricerca scientifica e le tecnologie più avanzate nel segno della “scienza per l’uomo”, sviluppando soluzioni per la cura e il benessere della persona. La giornata al teatro Caniglia sarà l’occasione per raccontare le opportunità messe a disposizione dal nuovo piano di borse di studio che, dall’anno accademico 2020/2021, darà ancor più opportunità a tanti studenti meritevoli di laurearsi al Campus Bio-Medico di Roma. L’evento vedrà la presenza di importanti figure istituzionali a partire da quelle del Vescovo di Sulmona S.E. Michele Fusco e del presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio, insieme alla partecipazione di numerosi sindaci della zona. La giornata di orientamento si aprirà con i saluti delle autorità cui seguirà l’introduzione del Direttore Generale dell’Università Campus Bio-Medico di Roma Andrea Rossi nel mondo dell’offerta formativa dell’ateneo e delle numerose borse di studio stanziate dall’Ateneo con l’obiettivo di attrarre i migliori talenti e del Presidente del Consiglio Studentesco Augusto Ferrini. Gli studenti scopriranno la vita universitaria attraverso le testimonianze di alcuni studenti universitari abruzzesi che studiano all’Università Campus Bio-Medico di Roma e ascolteranno una breve lezione multidisciplinare che spazierà dai temi dell’ingegneria alla medicina, dalle scienze dell’alimentazione all’infermieristica. Al termine della giornata sarà possibile affrontare la simulazione di una prova di ammissione con domande di logica, chimica, biologia, matematica e non solo. L’Università Campus Bio-Medico di Roma è una realtà che offre innumerevoli occasioni per entrare nel mondo del lavoro, dallo studio di Medicina e Chirurgia (anche in lingua inglese con un corso dedicato), a Ingegneria (Biomedica, Industriale e Chimica per lo Sviluppo Sostenibile) ai corsi di Laurea specializzati nel campo alimentare come le Scienze dell’alimentazione e della nutrizione umana (triennale e magistrale) e le Scienze e tecnologie alimentari e gestione di filiera che punta a formare i manager delle aziende alimentari, realtà particolarmente attive in Abruzzo. A completare il quadro lauree molto richieste sia nel settore pubblico sia nel privato come quelle in Infermieristica, Fisioterapia e Tecniche di Radiologia medica per Immagini e Radioterapia con aspettative di occupazione altissime e una domanda che supera l’offerta dei laureati.Sul fronte del diritto allo studio, importanti le possibilità offerte nell’anno 2020-21 dalle 115 borse di studio dell’università per un investimento che sfiorerà i 600.000 euro cui si aggiunge lo sconto per le famiglie numerose voluto dall’Università Campus Bio-Medico di Roma. Crescono dunque le opportunità offerte dall’Ateneo per sostenere i costi di iscrizione favorendo il merito e le competenze, elementi fondamentali per una università che si confronta a livello internazionale, guarda all’innovazione e al futuro e crede nelle sinergie tra università e impresa.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *