AGGREDI’ UN 42ENNE PER UN PRESTITO NON ONORATO, SULMONESE A GIUDIZIO

Picchiò un quaranteduenne del posto, la sera del 27 maggio 2018, e questa mattina il Tribunale di Sulmona ha rinviato a giudizio Massimiliano Le Donne con la pesante accusa di lesioni aggravate ed estorsione. L’uomo si è reso irreperibile dall’ottobre scorso, quando venne emesso nei suoi confronti un ordine di custodia cautelare nell’ambito di un’altra inchiesta condotta da Procura e Guardia Di Finanza, denominata “Droga nel garage”, riguardante la detenzione e lo spaccio di sostanze stupefacenti. Il giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Sulmona, Giuseppe Ferruccio, ha firmato oggi il decreto di rinvio a giudizio per l’episodio che si verificò in città quando, stando all’accusa, Le Donne si sarebbe recato a casa di un quarantaduenne e lo avrebbe aggredito procurandogli lesioni gravi al volto e al naso, giudicate guaribili in 45 giorni. Per quell’aggressione la vittima dovette ricorrere alle cure dell’ospedale San Salvatore dell’Aquila dove fu operato e assistito dal reparto maxillo-facciale. Le indagini condotte dalla Squadra Anticrimine del Commissariato di Sulmona, coordinata dall’ispettore superiore Daniele L’Erario, portarono a denunciare il trentaseienne che inizialmente venne arrestato per la violazione della misura di prevenzione di sorveglianza speciale e poi per le lesioni. Le indagini hanno aggravato il capo d’imputazione con l’estorsione, dal momento che la violenza, secondo gli investigatori, sarebbe stata successiva ad un prestito non onorato. Per la violazione della misura il pregiudicato è stato assolto dal Tribunale lo scorso dicembre mentre per le altre due ipotesi di reato dovrà affrontare il processo. La prima udienza è stata fissata per il prossimo 9 giugno. A questa vicenda è legato anche un altro procedimento penale che vede coinvolto il quarantaduenne, vittima dell’aggressione, che poi però avrebbe ritrattato, finendo per essere a sua volta denunciato per favoreggiamento personale.