SULMONA INIZIA IL 2020 SULLE ONDE DEL DANUBIO BLU (Video)

Grande musica  e bollicine al Teatro Maria Caniglia con il concerto di Capodanno organizzato per il quinto anno dalla Camerata musicale sulmonese in collaborazione con la Dmc Terre d’Amore. Un concerto che è già diventato un appuntamento da non perdere e che sta richiamando appassionati e turisti da ogni angolo d’Italia. Appassionati sono giunti anche dall’estero per assistere all’esibizione della Zaporozhye Symphony Orchestra diretta da Vyacheslav Redya. Teatro stracolmo in ogni ordine di posto con il pubblico entusiasta per la performance dei musicisti ucraini che hanno deliziato i presenti con brani come La Gazza ladra (ouverture), le danze ungheresi, lo schiaccianoci, La bella addormentata nel bosco, Orfeo all’inferno e Sul bel danubio blu. Classica e festosa la chiusura del concerto con il pubblico che ha applaudito a ritmo di musica sulle note della Marcia di Radetzky. Prima del gran finale il presidente e il direttore della Camerata musicale sulmonese hanno voluto ringraziare tutti i presenti per la fedeltà dimostrata in questi anni alla Camerata e al suo programma sempre ricco di grandi appuntamenti. Il direttore Gaetano Di Bacco ha quindi confermato l’arrivo nel mese di marzo del grande violinista Uto Ughi che farà l’unica data in Abruzzo proprio a Sulmona. In pochi giorni sono stati già venduti circa 300 biglietti tant’è che Di Bacco ha invitato i presenti a prenotare il posto per evitare di rimanere fuori da un concerto che si annuncia memorabile. Al termine, nel foyer del teatro, brindisi augurale offerto dalla Camerata musicale e dalla DMC Terre D’Amore che fin dall’inizio sostiene il Concerto di Capodanno insieme alla Fondazione Carispaq dell’Aquila e la BCC di Pratola Peligna.