L’OPERETTA “SCUGNIZZA” E IL SUO FASCINO PARTENOPEO AL TEATRO “MARIA CANIGLIA”

Un’operetta ricca di rocamboleschi intrecci, romanticismo e incantevoli melodie sarà protagonista domenica 15 dicembre, alle ore 17,30, al Teatro Maria Caniglia, con la storica Compagnia Italiana di Operette che presenterà “Scugnizza”. L’operetta è ispirata ai costumi e alle tradizioni partenopee e porterà la fantasia del pubblico nella Napoli dei primi anni del Novecento. Dopo l’entusiasmante successo dello scorso anno con “Il Paese dei Campanelli”, la Compagnia propone dunque un’altra pièce spumeggiante dal gusto popolare, inserita nel cartellone della stagione della Camerata Musicale Sulmonese. La regia di “Scugnizza”, celebre operetta di Mario Pasquale Costa su libretto di Carlo Lombardo, è di Gian Paolo Mai, con le coreografie di Monica Emmi, la direzione musicale di Maurizio Bogliolo, i costumi di Eugenio Girardi e la direzione artistica di Maria Teresa Nania, produttrice per la Compagnia.  La vicenda, ambientata nella città partenopea, vede protagonista l’attore Claudio Pinto nei panni del ricco e annoiato vedovo Toby Gutter che, giunto a Napoli dall’America, ritroverà la voglia di vivere grazie alla bella vivace Salomé, interpretata da Clementina Regina che, a sua volta è inconsapevolmente affezionata allo scugnizzo Totò, ovvero Vincenzo Tremante. I due giovani, malgrado la povertà, vivono in un’atmosfera di festosa spensieratezza e allegria creando situazioni movimentate e buffe grazie all’ignara vittima dei loro scherzi: Maria Grazia, zia di Salomé, interpretata da Daniela d’Aragona. Toby Gutter è affascinato a tal punto da Salomè da volerla sposare e portarla con sé in America. Con lui in vacanza arrivano anche la figlia Gaby e il fidato Chic, di lei segretamente innamorato, interpretati rispettivamente da Irene Geninatti Chiolero e Riccardo Sarti. Maria Grazia vede nell’unione tra il miliardario Toby e Salomè la possibilità di una buona sistemazione per sé e per la nipote e farà di tutto affinché il matrimonio vada a buon fine. Un inaspettato lieto fine dipanerà il contrasto amoroso in questa operetta messa in scena la prima volta a Torino nel 1922. Tra gli altri interpreti figurano Riccardo Ciabò nei panni di Dick, Massimiliano Costantino in quelli di domestico e Stefano Rufini che interpreterà un altro scugnizzo. Il corpo di ballo Ensemble Nania Spettacolo vedrà l’esibizione di Giada Lucarini, Martina Alessandro, Martina Coiro, Erika Pentima, Irene Catroppa e Raffaella Siani. I biglietti possono essere acquistati oltre che al botteghino del Teatro, in via De Nino, anche sul sito www.ciaotickets.com.

 



Il tuo commento