GEROSOLIMO RESPINGE ACCUSE DEL PD: DISPERAZIONI, DEBOLEZZE E COLOSSALI BUGIE

Ormai l’ex assessore regionale Andrea Gerosolimo non ha più dubbi: disperazione, debolezze e colossali bugie” sembrano diventati il leit-motiv dei comunicati diramati dal circolo sulmonese del Pd. L’ex assessore dice di essere abituato “agli scriteriati comunicati stampa del Pd sulmonese” ma questa volta teme che si sia passato il segno tanto da convincersi a “recarsi da uno specialista della psicanalisi per comprendere le ragioni di tali comportamenti”. Secondo Gerosolimo il Pd cittadino oggi giace in stato di coma e a questo stato lo ha il ridotto il disagio di qualcuno o qualcuna che sta portando il partito ad estinzione. “La disperazione e la debolezza di questi personaggi non può che condurre a colossali bugie”. L’ex assessore non solo respinge l’accusa di non aver prodotto nulla a beneficio del Centro Abruzzo ma ricorda ai dem sulmonesi che questa “gigantesca bugia” sul suo conto è praticamente “un attacco agli esponenti del Pd che hanno fatto parte di quella giunta”, primi tra tutti il presidente Luciano D’Alfonso e l’assessore Silvio Paolucci. “Per coerenza il Pd sulmonese dovrebbe uscire proprio da quel partito” afferma Gerosolimo. Indicando in qualche “disperato o disperata” l’autore o l’autrice di colossali bugie contro di lui, Gerosolimo tiene a precisare che negli anni della giunta regionale D’Alfonso la Valle Peligna ha ricevuto dalla Regione “una quantità di finanziamenti che non ha precedenti nella storia di questo comprensorio”. “Alle parole abbiamo sempre preferito i fatti – conclude l’ex assessore regionale – a differenza di chi è abituato, come in questo caso, a produrre solo chiacchiere e a distorcere la realtà per dispensare odio e maldicenza”.



Il tuo commento