TRUFFA AI DANNI DELLO STATO, OPERAZIONE DELLE FIAMME GIALLE DI POPOLI AL FRANTOIO SOCIALE DI CUGNOLI

Frantoio sociale sotto sequestro e quattro persone indagate per truffa aggravata e concorso in truffa ai danni dello Stato. E’ questo il risultato di una lunga e accurata indagine condotta dalla squadra operativa della Tenenza della Guardia di Finanza di Popoli riguardo le vicende del frantoio sociale di Cugnoli. Le indagini affidate alle Fiamme gialle dalla Procura della Repubblica di Pescara hanno preso le mosse dal momento della nomina del commissario liquidatore e della vendita del frantoio ad un privato, ad un prezzo ritenuto irrisorio. Da una stima di circa 200mila euro, per il frantoio sito su un terreno di quattromila metri quadrati, la vendita è avvenuta al prezzo di sole 15mila euro. Una transazione che ha destato i sospetti della magistratura. Le indagini intanto proseguono per ulteriori accertamenti. Il frantoio, per un piccolo centro, come Cugnoli, da sempre ha rappresentato un punto di riferimento di gran parte della comunità locale e l’inchiesta della Procura, con l’esito di questa mattina, ha suscitato grande clamore in paese.