SCANNO, LA MINORANZA: IL SINDACO MASTROGIOVANNI FA SOLO PROPAGANDA

Il caso del sindaco di Scanno che dona una parte dell’indennità di carica per pagare le spese del riscaldamento nella scuola materna del paese suscita la reazione polemica dell’opposizione. “Una pseudofilantropia come arma di distrazione di massa. Sarà per questo che alcuni concittadini non si sono accorti del baratro in cui sono stati precipitati con la dichiarazione di dissesto finanziario, guardando il dito invece della luna, stavolta una luna nera e infausta per Scanno” afferma sui social Amedeo Fusco, capogruppo di minoranza. “In sede di approvazione del bilancio di previsione, avevamo fatto notare che mancavano soldi per l’asilo, sempre previsti ed erogati nel passato, come dimostrano gli atti – ricorda Fusco – per dovere di verità, dal Comune sono stati elargiti contributi a pioggia e ben più sostanziosi. Il gesto del sindaco mi pare solo un’operazione propagandistica, per distrarre i cittadini dai danni politici di questa amministrazione, che ha deciso di mandare in dissesto un Comune senza sapere quanti crediti vanta. Da amministratore mi sarei aspettato che il sindaco rinunciasse alla sua indennità, visto che con le scelte della sua maggioranza costringerà gli scannesi a pagare di più”.