ABRUZZO SECONDO SOLO AL TRENTINO COME META DI TURISMO INVERNALE

A sorpresa l’Abruzzo è la seconda regione in Italia, dopo il Trentino, tra le mete sciistiche più ambìte da appassionati degli sport invernali e turisti. Cinque le le località abruzzesi più apprezzate dai turisti, a cominciare da Roccaraso e Rivisondoli, cui si aggiungono Pescasseroli, Campo Felice, Campo Imperatore e Ovindoli Magnola; una località in più della Valle d’Aosta: la più piccola regione dello stivale piazza infatti quattro località in graduatoria, in particolare Breuil-Cervinia (quinta), la famosissima Courmayeur (undicesima e tra le più costose), La Thuile e Pila. Con ciascuna 2 destinazioni seguono Piemonte (Sestriere e Alagna-Valsesia) e Lombardia (Livigno in testa e Bormio quarta). Una località, invece, per altre 6 regioni Calabria (Camigliatello Silano), Basilicata (Montagna Grande a Viggiano), Sicilia (Etna Nord), Molise (Campitello Matese), Toscana (Abetone) e Friuli-Venezia Giulia (Tarvisio). Da segnalare Pontedilegno-Tonale, unica località al confine tra due regioni, ossia Lombardia e Trentino. Questi dati sono frutto della ricerca condotta da Pasquale Ricciardi, country manager Italia di HomeToGo, il più grande meta-motore di ricerca al mondo di case e appartamenti vacanza. Anche per i costi per trascorrere una settimana bianca l’Abruzzo gode di un suo primato. In media in stazioni sciistiche abruzzesi, come Campo Felice e Campo Imperatore, il costo della settimana bianca è mediamente di 40 euro  a notte a persona.Secondo l’indagine condotta da HomeToGo anche per il costo dello skipass l’Abruzzo offre vantaggi. Infatti tutte le località abruzzesi, sono ben sotto i 40 euro, al pari delle slovene Vogel (35€) e Kranjska Gora (33€). Chiude Viggiano: in questa meta lucana, lo skipass è il più economico e si aggira intorno ai 20 euro.



Il tuo commento