GLI RUBANO LA MACCHINA E LUI SCRIVE AL LADRO

Come ogni mattina, ieri, si è alzato per andare a lavoro ma quando è uscito di casa ha trovato il parcheggio vuoto. L’auto, una Giulietta rosso Alfa, era sparita insieme al ladro che l’ha rubata. Vittima del furto l’ex consigliere comunale ed un tempo esponente di spicco del Pd, Antonio Iannamorelli. Lo stesso Iannamorelli, a conclusione di una giornata “nera”, ieri sera ha postato sul suo profilo social una “lettera al ladro”, annunciando il furto subìto, sotto la sua abitazione romana.”Ti auguro di essere catturato dalle nostre forze dell’ordine e quindi sottratto ai reati ben più gravi che probabilmente commetterai se continui così – ha scritto Iannamorelli -Ti auguro un giusto processo ed una condanna ferma ma umana, che ti recuperi e non che ti punisca. Ti auguro di non recare ad altri dolori più grandi di quelli che hai dato a me, che pure mi sento non solo privato di un bene materiale, ma violato, offeso e vilipeso. Caro ladro, ti auguro questo meglio. Perché certamente una cosa non potrai averla: non potrai goderti il piacere di guidare la mia auto come l’ho provato io, perché il mio piacere era quello di chi quella macchina se l’era sudata, rata per rata, col suo lavoro”.”Tu no, hai preso un pezzetto della vita di un altro, facendogli del male. Ma le scorciatoie, per loro definizione, sono brevi. Puoi correre un piccolo tratto di vita, di corsa e tutto d’un fiato. Puoi credere di essere più furbo. Ma è solo un’illusione. A un certo punto, più vicino di quanto credi, ti fermerai. Ti auguro che ti prendano, perché -forse- sei ancora in tempo per evitare che le cose per te peggiorino e che la tua vita arrechi a te e ad altri sofferenze che non si ripagano – conclude la lettera – Ti auguro di capire che lavorare, è sempre meglio che rubare. Perché io, con difficoltà, una macchina, posso ricomprarla. Tu, la tua vita, rischi di venderla per sempre, ricevendo in cambio il nulla”.

 



Il tuo commento