FINE SETTIMANA CON CENTRO STORICO ANCORA TEATRO DI RISSE

Nel fine settimana il centro storico resta teatro di risse e scontri tra giovani. Una sorta di “virus” ancora resistente, che rischia di infettare sempre più la città. Nella notte tra venerdì e sabato scorsi, al termine di una rissa esplosa in piazza XX Settembre, un giovane di ventidue anni è stato costretto a ricorrere alle cure dei medici del Pronto soccorso dell’ospedale, riportando la frattura di un dente, ecchimosi al ginocchio e contusioni varie. Il giovane, con la bocca sanguinante, è stato accompagnato in ospedale, ridotto al punto da non poter camminare da solo. Ma denuncia sul grave fatto non è stata ancora presentata, sebbene poco dopo il violento litigio una pattuglia della Polizia fosse passata dai paraggi di piazza XX Settembre ma il giovane ha preferito non precisare l’accaduto ai poliziotti. Altra violenza si sarebbe consumata invece nella nottata di sabato in un locale, nel centro storico, coinvolgendo cinque giovani. Un trentasettenne, anch’egli finito nel pronto soccorso, avrebbe riportato lesioni giudicate guaribili in otto giorni. Anche in questo caso però denuncia non è stata ancora presentata. Resta tutta la preoccupazione per questi episodi diventati una triste costante del fine settimana. Evidentemente c’è ancora molto da lavorare per garantire sicurezza e prevenzione. La collaborazione con le forze dell’ordine, per individuare i responsabili di questi fatti di violenza, è sempre indispensabile.

 



Il tuo commento