CONDANNATO A UN ANNO E 9 MESI IL GIOVANE ALBANESE CHE RIMASE PARALIZZATO IN UN INCIDENTE

Era alla guida dell’auto che tra Sulmona e Pratola PELIGNA si ribaltò provocando un incidente che lo costrinse alla sedia a rotelle insieme alla ragazza che viaggiava al suo fianco. Ieri, è arrivato per Sentiliano Hallulli anche il conto della giustizia. Il giovane, originario dell’Albania ma residente a Pratola PELIGNA da diversi anni, davanti al giudice monocratico Concetta Buccini, ha patteggiato la pena di  un anno e undici mesi di reclusione, beneficiando delle attenuanti generiche e ottenendo la sospensione della pena. Era il 16 aprile 2016 quando sulla provinciale Nolfese la strada che collega Sulmona a Pratola Peligna , il pratolano era alla guida di un Suv tedesco  quando, improvvisamente, è uscito fuori strada finendo la sua corsa  contro un blocco di cemento. A bordo della vettura viaggiavano cinque giovani e uno di loro fu sbalzato fuori dall’abitacolo, uscendo miracolosamente illeso. E fu proprio lui che chiamò i soccorsi. Per tutti si rese necessario il trasferimento in ospedale ma in condizioni più gravi apparvero subito il conducente e la ragazza che sedeva al suo fianco che da quel giorno non riuscirono più a camminare. Dagli esami tossicologici emerse che Hallulli era alla Guido con un tasso alcolemico superiore alla misura consentita dalla legge. Da qui la denuncia e il processo concluso ieri con il patteggiamento della pena.

Il tuo commento