TRA SULMONA E PRATOLA I CARABINIERI DANNO LA CACCIA AL LADRO GENTILUOMO

Un “ladro gentiluomo”, come quello descritto nella letteratura popolare ottocentesca, si aggira tra Sulmona e Pratola Peligna, mettendo a segno furti in esercizi commerciali. Il primo messo a segno a Sulmona, entrando in un negozio di piazza Plebiscito. L’uomo, dall’aspetto signorile, alto un metro e settantacinque, capelli brizzolati, cappotto nero e camicia bianca, si è presentato alla negoziante per un ordine fatto in precedenza. Mentre parlava con l’esercente l’uomo, dai modi molto gentili, con grande abilità, è riuscito a mettere le mani nella sua borsa, rubando cinquanta euro e poi dileguandosi. Secondo atto, stessa tecnica, a Pratola Peligna. Ad una commerciante l’uomo è riuscito a rubare duecento euro, sempre infilando le mani nella sua borsa, approfittando di un attimo di distrazione. La donna si è rivolta ai carabinieri che ora danno la caccia al ladro gentiluomo, tra Sulmona e Pratola.