PATTEGGIA LA PENA IL GIOVANE CHE RAPINO’ LA ZIA ALLE MARANE

Accusato dell’aggressione e rapina compiute ai danni della zia, Alex Ferretti, ventenne di Capestrano, ieri mattina ha patteggiato la pena di tre anni davanti al Gup del Tribunale di Sulmona Daniele Sodani. L’episodio avvenne nel febbraio. Il giovane venne posto agli arresti domiciliari dopo aver fatto irruzione in casa della zia, residente nella frazione sulmonese delle Marane. Il giovane, assistito dall’avvocato del foro di Sulmona Gennaro Carugno, sconterà la pena di tre anni svolgendo servizi sociali. A questo punto al giovane sono stati revocati gli arresti domiciliari. La sera del 13 febbraio, Ferretti è entrato nel giardino della casa della zia, aggredendola e colpendola con una pietra, rubandole poi denaro e preziosi. In un primo momento la zia ha tentato di sottrarre il nipote alle conseguenze del fatto compiuto. Ma poi la verità dei fatti è venuta a galla. Al giudice Sodani il ragazzo ha dichiarato di essere stato indotto a compiere quel gesto dovendo saldare suoi debiti.



Il tuo commento