ANVERSA, SARA’ RESTAURATA LA TELA DEL ‘700 GRAZIE ALL’ASSESSORE ALLA CULTURA

Una tela della chiesa di S.Marcello ad Anversa degli Abruzzi torna al suo antico splendore. Il restauro della tela, di epoca settecentesca, è curato dal consorzio Arcovaleno e Tecnicon, con la collaborazione della stagista Fabiola Molinaro e la supervisione della storica dell’arte Antonella Lopardi, funzionario della Soprintendenza. A finanziare l’opera di restauro è stato l’assessore alla Cultura di Anversa, Mario Giannantonio, con i suoi familiari. “Ho pensato con questa iniziativa, condivisa con i miei familiari, ad un semplice gesto di devozione verso questa chiesa che ho frequentato fin da bambino insieme ai miei genitori e ad alcuni miei zii che fino a pochi anni fa sono stati sempre molto attivi al servizio della comunità parrocchiale anversana – spiega l’assessore – inoltre intendiamo riportare alla luce originaria una pregiata opera d’arte che rappresenta una testimonianza importante del patrimonio della nostra comunità”. La tela raffigura S.Stefano, identificato dal sasso dipinto sulla sua testa, simbolo della lapidazione con cui venne martirizzato, primo martire della Chiesa, con S.Lucia, che mostra i suoi occhi su di un piatto e S.Apollonia, con la tenaglia con cui le vennero strappati i denti. Entrambe con in mano la palma del martirio. Nel laboratorio sulmonese, nella sacrestia della chiesa di S.Chiara, i restauratori stanno completando il loro lavoro, per riportare alla luce l’antica tela, che l’usura del tempo aveva reso quasi irriconoscibile. In questi giorni intanto a seguire i lavori sono andati anche il parroco di Anversa, don Daniele Formisani, con don Oliviero Liberatore, responsabile dei Beni culturali della diocesi di Sulmona-Valva e lo stesso assessore Giannantonio. Probabilmente proprio nel giorno della festa di S.Stefano, il 26 dicembre, la tela restaurata sarà ricollocata nella chiesa di Anversa, con una cerimonia ufficiale.



Il tuo commento