LA LEZIONE DEI CENTO ANNI DEL PROFESSORE SPIGLIATI (video)

Cento anni di un luminare della scienza medica, annoverato tra i protagonisti della storia della sanità, pioniere della chemioterapia nelle malattie oncologiche, negli anni Cinquanta. Cento anni di un uomo di imponente statura culturale, autore di importanti pubblicazioni scientifiche e di antropologia culturale, promotore di associazioni come la Camerata Musicale Sulmonese, insignito di riconoscimenti come il Melvin Jones del Lions ed altri da Unicef, associazioni professionali, istituti universitari. Questa mattina il centenario del professore Paolo Spigliati, nato a Firenze nel luglio del 1919 e sulmonese d’adozione dagli anni Sessanta, primario medico dell’ospedale di Sulmona, ha ricevuto l’omaggio dell’Ordine dei Medici dell’Aquila. Il presidente dottor Maurizio Ortu, il segretario dottor Claudio Zoccoli e il rappresentante dell’Ordine nell’area peligna, dottor Maurizio Proietti, hanno fatto dono al professore di una targa dell’Ordine dei medici, del primo verbale dell’Ordine provinciale, datato 9 maggio 1912 e del galateo dei medici, pubblicato nel 1824. Ma l’occasione dell’omaggio dell’ordine professionale, al quale Spigliati è iscritto da settantacinque anni, essendosi laureato negli anni della guerra, nel 1944, è stata propizia per una lezione, breve ma come sempre appassionata, coinvolgente e densa di significati e riflessioni, tra la medicina e la musica, le sue grandi passioni di sempre. Con sintesi magistrale il professore ha illustrato agli ospiti il legame tra la musica, espressione dell’anima e l’origine della vita, il battito del cuore di ognuno di noi nel ventre materno. Il tempo dell’incontro è trascorso velocemente ma ha lasciato il segno negli ospiti congedatisi dal professore centenario grati di un momento vissuto in modo semplice eppure straordinario.



Il tuo commento