ITALICA: IL NUOVO PIAZZALE DELLA STAZIONE E’ SOLO “PREMIO DI CONSOLAZIONE”

Al movimento Italica l’annunciata riqualificazione del piazzale della stazione ferroviaria di Sulmona appare solo un “premio di consolazione” per una stazione “sguarnita, svuotata, priva di contenuti, popolata soprattutto da tossici e spacciatori”. “Una stazione in coma profondo che si tenta di rianimare con una nuova intesa tra Rete ferroviaria italiana e amministrazione comunale che punta a recuperare un vecchio piazzale che cade a pezzi per rilanciare un intero comprensorio e una stazione che è la seconda in Abruzzo per traffico passeggeri” continua Italica. “Ardua impresa visto come siamo ridotti per il trasporto pubblico anche in città: autobus elettrici fantasma o che non arrivano in cima, in centro, altri sgangherati che si fermano con le linee ridotte al lumicino e cancellate nel fine settimana, le colonnine per la ricarica elettrica inesistenti e piste ciclopedonali visibili solo grazie ad una fervida fantasia” sottolinea il movimento. “Esultare per il recupero di un piazzale e continuare a giocare in difesa senza un’aspettativa di crescita è assurdo, stiamo perdendo tutto, non solo una stazione e non siamo in grado di programmare un intervento che spiani la strada al futuro  rimettendoci in linea almeno con i tempi del resto d’Italia, per i collegamenti e i trasporti, linfa vitale per attrarre investimenti con nuovi binari e bracci ferroviari d’affiancare alla vecchia struttura” conclude Italica.

 

 



Il tuo commento