“TALLONE D’ACHILLE”, GIOVANE SULMONESE RESTA AI DOMICILIARI

Resta agli arresti domiciliari il trentanovenne sulmonese, Giovanni Gigante, coinvolto nell’inchiesta “Tallone d’Achille”. Il Tribunale del Riesame ha rigettato l’istanza presentata nei giorni scorsi dall’avvocato Guido Colaiacovo, che aveva chiesto una misura cautelare meno afflittiva per il suo assistito. L’inchiesta avviata dalla Procura della Repubblica di Chieti, dalla Questura di Chieti e dalla Guardia Di Finanza, riguarda un presunto traffico di stupefacenti tra Chieti e Pescara. Nell’inchiesta sono finiti altri giovani della zona per i quali il Gip ha stabilito l’obbligo di dimora.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *