PICCHIO’ UN GIOVANE A COLPI DI BOTTIGLIA, CONDANNATO PER LESIONI GRAVISSIME

Prese a colpi di bottiglia un giovane, picchiandolo ancora con calci e pugni. L’episodio di violenza avvenne   in centro storico nel febbraio di due anni fa. Per lesioni gravissime questa mattina il Tribunale di Sulmona ha condannato ad un anno e tre mesi di reclusione, con sospensione della pena, Pierluigi Porziella, 28 anni, sulmonese, assistito dall’avvocato Alessandro Scelli. Vittima dell’aggressione fu un giovane di Pratola. Il fatto avvenne in via Carrese. Il giovane pratolano dopo qualche giorno denunciò l’aggressione subìta alla Polizia. Intanto per le botte prese fu costretto al ricovero nel reparto di chirurgia maxillo-facciale dell’ospedale San Salvatore dell’Aquila. Per quell’aggressione il giovane rischiò di perdere la vista ad un occhio. L’avvocato Scelli, nel corso dell’udienza dibattimentale, ha difeso il suo assistito sostenendo che avrebbe agito per legittima difesa, in reazione alle provocazioni del giovane di Pratola, chiedendo perciò la sua assoluzione. Il giudice Francesca Pinacchio, ha condannato Porziella anche al risarcimento della persona offesa e al pagamento delle spese processuali per un importo complessivo di tremila euro.