ELEZIONI PROVINCIALI, TRE FORZE IN CAMPO: CANDIDATI I SULMONESI RAMUNNO E BIANCHI

Corsa a tre per le elezioni provinciali, che si svolgono, come si sa, con sistema elettorale di secondo grado, non quindi per elezione diretta, e che si terranno il prossimo 20 ottobre. Tre gli schieramenti in campo: centrodestra, centrosinistra ed i “civici” dell’ex assessore Andrea Gerosolimo. Le liste sono state depositate questa mattina nella sede della Provincia, prima del termine delle ore 12. Al voto sono chiamati sindaci e consiglieri comunali, in tutto 1245, con quelli dei Comuni con maggior numero di abitanti che hanno una “quota” più consistente di voti a disposizione, secondo il sistema del voto ponderato. Fuori dai giochi Avezzano, perché commissariato: non ha quindi né candidati nè possibilità di esprimere voti. A tutto vantaggio dell’Aquila, che, in base alle regole del voto ponderato, vedrà accrescere il “peso” delle preferenze espresse dai suoi rappresentanti. Oggi il centrodestra in consiglio ha tre rappresentanti su dieci, e appoggia Caruso assieme ai quattro di Provincia insieme, “gerosolimiani”. Il centrosinistra di Uniti per la provincia, è all’opposizione con tre consiglieri. La lista del centrodestra, “Per la Provincia dell’Aquila”, espressione di Fratelli d’Italia, Lega, di Forza Italia, di L’Aquila futura che fa rifermento al vicepresidente del consiglio regionale, Roberto Santangelo, ricandida innanzitutto gli uscenti Vincenzo Calvisi, vicepresidente della Provincia, e consigliere comunale di Fdi di Fossa, e Gianluca Alfonsi, consigliere di Gioia dei Marsi. Figurano poi Elisabetta Bianchi, consigliere comunale di Sulmona,  ex Forza Italia, adesso più vicina a Fratelli d’Italia, Annamaria Cicchinelli, consigliere di Civita d’Antino, della Lega, Ezio Ciciotti, consigliere di Celano, di Fdi, Noemi Silveri, consigliere Fdi di Secinaro, Brunella Quaglione, consigliere di Villalago. Tre i candidati rappresentanti del Comune dell’Aquila: Francesco De Santis, della Lega, Dino Morelli, di Forza Italia e Luca Rocci, di L’Aquila futura. La lista del centrosinistra è espressione di Partito democratico, + Europa, Passo possibile, che fa riferimento al consigliere regionale Americo Di Benedetto, e altre forze civiche. Candidati sono gli uscenti Fabio Camilli, sindaco di Acciano, e Roberto Giovagnorio, assessore al Comune di Tagliacozzo, con Alfonsino Scamolla, consigliere comunale di Pescina. In lista poi Valentina Angelucci, assessore comunale di Luco dei Marsi, Raffaella Dell’Erede, consigliere comunale di Castel di Sangro, Iside di Martino, sindaco di Cagnano Amiterno, Augusto Barile, vicesindaco di Lecce dei Marsi, Giovanni Di Mascio, sindaco di Campo di Giove, Isabella Pace consigliera comunale di Acciano. Per il comune dell’Aquila c’è il consigliere Paolo Romano, di Passo possibile.  Nella lista di Gerosolimo, “Provincia insieme”, ci sono Andrea Ramunno, consigliere comunale di Sulmona, e Franco Paolini, vice sindaco al Comune di Cerchio, Paolo Monacelli, consigliere di Alfedena, Federica Di Bartolomeo, consigliere di Roccapia, e Concetta D’Alto, consigliere di Cerchio. Per il sistema del voto ponderato una preferenza di un elettore di Sulmona, avrà peso 400 voti. Poi via via a scendere, fino al peso 30 voti, per i Comuni sotto i 3 mila abitanti. Invece la preferenza di un elettore del comune di Avezzano valeva nelle ultime elezioni 623 voti, quanto quelli dell’Aquila, che ora però acquisisce parte del peso perso da Avezzano, per attestarsi a 800 voti ponderati.