SCOCCIA: LA GIUNTA MARSILIO DIMENTICA LA SANITA’ PELIGNA

La giunta regionale ancora una volta dimentica la sanità peligna ed il punto nascita. A denunciarlo è il consigliere regionale Marianna Scoccia. Il consigliere regionale Udc ricorda che il 2 luglio corso in Consiglio regionale venne votata una sua risoluzione sul punto nascita dell’ospedale sulmonese. Unico gruppo a non votare quella risoluzione fu la Lega motivando la scelta con la dichiarazione dell’avvenuta trasmissione di richiesta della deroga al ministero. “Bugie – afferma Scoccia – la nota di protocollo 83_2019 è stata inviata addirittura il giorno venerdì  26 Luglio, a soli tre giorni dalla seduta del tavolo di monitoraggio del 30 Luglio; tanto è vero che tale ritardo ha causato, e l’estensore del verbale lo denuncia a chiare lettere, lo slittamento della discussione sul punto al prossimo novembre: tempo perso, purtroppo, a discapito della Valle Peligna.
Trovo inaccettabile l’indugio con cui è stata trattata la richiesta di deroga e trovo irrispettosa la tempistica, a dir poco biblica. Rimango quindi esterrefatta nell’apprendere che si neghi addirittura che questo ritardo lapalissiano ci sia mai stato”. “Questo ritardo, pur non condannando il punto nascita di Sulmona, che sarà, spero, oggetto del prossimo incontro del tavolo di monitoraggio, dimostra la scarsa attenzione che l’assessore Verì serba nei confronti della sanità peligna, al di là degli annunci e dei proclami sulla stampa – conclude il consigliere regionale – c’è bisogno di una radicale inversione di tendenza, affinché i numerosi impegni assunti in campagna elettorale proprio dal gruppo di appartenenza dell’assessore alla Sanità,  non rimangano solo promesse, ma diventino risposte che Sulmona e l’intero comprensorio aspettano da troppo tempo”.


Il tuo commento