PUNTO NASCITA, REGIONE RITARDA RICHIESTA DI DEROGA: TUTTO RINVIATO A NOVEMBRE

Sul tavolo del Ministero della Salute si tornerà a parlare solo a novembre di deroga per scongiurare la chiusura del punto nascita dell’ospedale di Sulmona. Infatti la richiesta di deroga non è arrivata in tempo utile al tavolo di monitoraggio e il Ministero ha messo in mora la Regione, ancora alle prese con la definizione del piano sanitario. Altrimenti l’esame della richiesta di deroga sarebbe stato già fatto nel luglio scorso. Nel documento del tavolo di monitoraggio dello scorso 30 luglio, a pagina 84, si legge che “in relazione al percorso nascita, nelle more del parere del comitato percorso nascita relativo alla richiesta del mantenimento in deroga del punto nascita di Sulmona, si invita la Regione ad attenersi a quanto disposto dall’articolo 1 del decreto ministeriale 11/11/2015″. Il consigliere regionale Udc, Marianna Scoccia, ottenne il voto favorevole della commissione regionale sanità sulla deroga, con la sola eccezione della Lega, a favore del punto nascita di Sulmona. Ma la richiesta dalla Regione è arrivata in ritardo sul tavolo ministeriale e quindi tutto è rinviato a novembre.



Il tuo commento