ORIGINARIO DI CORFINIO MUORE DOPO UN INTERVENTO CHIRURGICO

Autopsia disposta dalla Procura della Repubblica di Avezzano per accertare le cause del decesso del 59enne, Marco Antonucci, originario di Corfinio ed ex dipendente dell’Enel, morto nella Casa di Cura L’Immacolata di Celano, dopo un banale intervento per emorroidi. In particolare il pubblico ministero vuole stabilire se ci sia un nesso tra la morte dell’uomo ed eventuali responsabilità dei medici nel corso dell’intervento. I familiari hanno presentato denuncia ai carabinieri di Celano. Al momento il fascicolo è stato aperto contro ignoti con l’ipotesi di reato di omicidio colposo. Quello alle emorroidi è intervento chirurgico di routine effettuato quasi tutti i giorni. La Procura vuole accertare cosa sia potuto accadere, tanto da rendere l’intervento fatale per il paziente. I medici sostengono che l’intervento sia riuscito. Non è da escludere che il paziente sia stato stroncato da infarto fulminante. Antonucci viveva da anni a Tagliacozzo, con la moglie Eva e due figli.



Il tuo commento