LAVORI PUBBLICI IN AFFANNO, GIUNTA VERSO IL RIMPASTO DELLE DELEGHE

Si salvano gli assessori, che restano al loro posto ma cambiano le deleghe. Questa è la soluzione alla quale lavora in queste ore il sindaco Annamaria Casini, per dare maggiore slancio all’azione amministrativa. In sostanza si andrà ad un rimpasto delle deleghe che riguarderà soprattutto i due assessori espressi dal gruppo consiliare guidato da Bruno Di Masci. All’assessore Mauro Tirimacco sarà tolta la delega più “pesante”, quella ai Lavori pubblici, che verrà assegnata a Luigi Biagi, già assessore all’Urbanistica. Ma Biagi, acquisendo anche i Lavori pubblici, lascerà a Tirimacco la delega ai Trasporti. Lo stesso Biagi cederà la delega al Personale all’assessore al Bilancio, Stefano Mariani. Intatte resterebbero le deleghe, quindi, sia per Mariani che per gli altri due assessori, Manuela Cozzi e Pierino Fasciani. Il rimpasto delle deleghe servirebbe, nelle intenzioni della maggioranza e soprattutto di Di Masci, ad accelerare i tempi per sciogliere alcuni nodi importanti, come quelli dell’edilizia scolastica, avviando i lavori alla scuola elementare Masciangioli e al Liceo classico, da restituire alla sua sede storica in piazza XX Settembre. Inoltre si punterà a migliorare la manutenzione di alcune zone della città in grave abbandono e degrado. Infine si tratterà di recuperare l’occasione, per ora persa, di avviare la ristrutturazione della villa comunale, “vittima” di una svista sul bando della Regione da parte dell’Ufficio tecnico comunale.



Il tuo commento