BIAGI: TORNA LA FERMATA BUS AL CARCERE

Ripristinata la fermata degli autobus del servizio urbano nelle vicinanze del penitenziario di via Lamaccio con una delibera della giunta comunale proposta dall’assessore alle Politiche della Mobilità Luigi Biagi. Il ripristino della fermata, sollecitato soprattutto dal segretario generale della Uil-Penitenziari, Mauro Nardella, è stato possibile apportando modifiche agli orari delle corse C con fermata “Cimitero”, riducendo il tempo di attesa,  e C1, per allungare il tragitto su via Lamaccio al fine di consentire la sosta nei pressi della Casa di Reclusione. Una modifica che l’assessore ha ritenuto opportuna per soddisfare alcune esigenze evidenziate da parte degli utenti. Nardella in particolare aveva fatto rilevare la necessità urgente del ripristino della fermata legata alle esigenze di un dipendente del penitenziario ipovedente. “Il collegamento dal centro abitato con la Casa di Reclusione, che  comporterà semplicemente l’allungamento del percorso di poche centinaia di metri,  consentirà a visitatori ed operatori di raggiungere la struttura in modo più agevole. Anche la  modifica di orario nella tratta per raggiungere il cimitero è stata accordata al fine di soddisfare le richieste degli utenti per lo più anziani – spiega l’assessore Biagi – tali modifiche, che ho valutato attentamente in sinergia con il funzionario Marzia di Lorenzo,  sono minime e non rappresentano certo uno stravolgimento della delibera dello scorso 6 giugno con la quale è stata effettuata una revisione generale del trasporto pubblico locale,  prevedendo la soppressione di corse non più necessarie, con conseguente risparmio  di risorse umane ed economiche. Colgo l’occasione per ringraziare i cittadini che ho incontrato e che hanno manifestato pazienza e comprensione per le scelte operate. L’ascolto ed il dialogo con gli utenti, in un clima costruttivo, ha permesso questa revisione nel rispetto del contenimento della spesa dei trasporti urbani”.