UN MURALE PER LA PACE NEL RICORDO DI FABRIZIA (video)

Un murale per ricordare Fabrizia Di Lorenzo e i valori incarnati dalla giovane sulmonese, vittima del tragico attentato di Berlino, nel dicembre 2016, è stato inaugurato questa mattina, in piazza Brigata Maiella. Il murale, disegnato sulla facciata del palazzo delle Poste è opera dell’artista Luca Bifido,vissutoper diversi anni nello stesso quartiere di Berlino dove si è consumata la tragedia che ha coinvolto Fabrizia.“Mi riempie di orgoglio inaugurare e presentare quest’opera che Poste Italiane ha voluto per ricordare Fabrizia e i valori che lei ha rappresentato” ha sottolineato Gaetana Treppiedi, dirigente dell’ente Poste. “La figura di questa ragazza sia di sprone anche per i nostri ragazzi – ha continuato Treppiedi – perché abbiano anche loro il coraggio di intraprendere quello che Fabrizia ha fatto”. “Quest’opera delicata e sobria è ricca di significato. Quello che ha fatto Fabrizia è stato un segno di pace, di tolleranza e di libertà” ha concluso la dirigente. Ricordando l’esperienza di Fabrizia la senatrice Gabriella Di Girolamo ha auspicato che “la politica lavori perché i ragazzi che maturano esperienze importanti all’estero possano poi tornare e mettere a frutto qui in Italia l’esperienza acquisita”. “La tragedia di Berlino di cui fu vittima la nostra concittadina scosse e commosse nel profondo questa città e tutto il Paese – ha sottolineato il sindaco Annamaria Casini – ma è significativo come da questa tragedia sia scaturito qualcosa di positivo, dando un senso e valore a momenti tragici”. “In questa direzione ha agito la famiglia, fin dal primo momento, restando forte nonostante il grande dolore della tragica fine di Fabrizia – ha aggiunto il sindaco – e la famiglia stessa è stata guida di un percorso avviato per ricordare Fabrizia, non solo come vittima di una tragedia ma come persona di grandi valori e convinzioni vissuti”. Il consigliere regionale Marianna Scoccia ha indicato nel murale un “segno di ricordo perenne di Fabrizia che resterà sempre nei nostri cuori”. Gaetano Di Lorenzo, padre di Fabrizia, che a lungo ha lavorato come dipendente delle Poste, nello stesso palazzo che oggi ospita il murale, ha ringraziato l’ente per questa iniziativa ed i suoi colleghi che l’hanno promossa. “L’artista ha colto nel segno, disegnando un murale che ricorda la dolcezza ed i colori di Fabrizia e tutto quello che ricorda nostra figlia ci dà la forza di andare avanti” ha sottolineato il padre. Il vescovo Michele Fusco con una preghiera ed una benedizione ha concluso la breve cerimonia.



Il tuo commento