EVASIONE DAI DOMICILIARI, CONDANNA PER GIOVANE SULMONESE

Condanna a due anni di reclusione per il reato di evasione a carico del giovane sulmonese Alessandro Greco, che il 3 agosto scorso aveva lasciato casa, dov’era ristretto agli arresti domiciliari, recandosi in bicicletta nella stazione ferroviaria di Sulmona. Qui il diciannovenne è stato rintracciato e arrestato da una pattuglia della Polizia. L’avvocato Anna Sara Di Pietro, che questa mattina ha assistito il giovane processato con rito abbreviato, ha sostenuto che l’imputato non sarebbe evaso per sottrarsi alla misura cautelare ma solo per incontrare la fidanzata. Il giudice monocratico del Tribunale di Sulmona, Francesca Pinacchio, ha emesso sentenza di condanna, non imputando al giovane le circostanze aggravanti. Il legale ha annunciato che comunque chiederà di nuovo la concessione degli arresti domiciliari per il giovane.



Il tuo commento