OPERATA AD UNA SPALLA DONNA MUORE DOPO UN MESE DI COMA

La Procura della Repubblica di Avezzano ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo, per la morte di una donna avvenuta nell’ospedale di Avezzano, dopo un mese di coma, per un intervento chirurgico di routine ad una spalla. A denunciare i medici dell’ospedale marsicano sono stati i familiari della donna, Maria Rosaria Tommasoni, di 67 anni. Il fascicolo sulla tragedia è stato aperto dal sostituto procuratore Ugo Timpano e la cartella clinica è stata già sequestrata dai carabinieri. I familiari, che attraverso il loro legale hanno chiesto l’autopsia, sospettano che vi sarebbero state negligenze dei medici che hanno operato la donna. Lo scorso 5 agosto Maria Rosaria Tommasoni era stata operata ad una spalla e il giorno dopo ha perso i sensi. Subito è stata trasferita in rianimazione e successivamente, trascorsa una ventina di giorni, nel reparto di terapia intensiva, dove la donna è deceduta.