IL PD AQUILANO LANCIA LA SFIDA PER LE ELEZIONI PROVINCIALI

La sfida delle prossime elezioni provinciali, il 20 ottobre, per avviare una politica di alternativa al centrodestra, mentre volge a conclusione il commissariamento del circolo sulmonese dem. A lanciare la sfida, rinserrando i ranghi del partito di Zingaretti nella provincia aquilana, è stato oggi pomeriggio il segretario provinciale, Francesco Piacente, nell’assemblea aperta di iscritti e militanti del partito in provincia che si è tenuta nella sede del circolo sulmonese, alla presenza del segretario regionale Michele Fina. “Due gli aspetti fondamentali da tenere presenti nella sfida delle elezioni provinciali: grande fermezza sui principi e sul perimetro entro il quale muoversi” ha sottolineato Piacente, alludendo anche a doppi giochi e trasformismi da bandire. “Candidature riconoscibili” dunque, come ha avvertito lo stesso segretario provinciale. I candidati saranno dieci, espressione di tutto il territorio della provincia dell’Aquila, con un occhio di attenzione in più per l’area marsicana, per la quale in queste elezioni non figureranno rappresentanti del Comune di Avezzano, che è stato sciolto. Nell’ordine del giorno proposto in assemblea Piacente ha posto attenzione sulle alleanze da costruire per proporre le migliori idee e candidature. A proposito del circolo sulmonese commissariato, Piacente ha precisato che “il commissariamento si è reso necessario per fare chiarezza, non per fare esclusioni, nè liste di proscrizione. Siamo aperti al contributo di tutti”. Infine il segretario ha insistito sulla necessità di costruire una valida alternativa all’attuale governo cittadino di “salute pubblica” che “ha dimostrato di avere poca salute”.



Il tuo commento