UN UFFICIALE SULMONESE DIRIGERA’ IL CENTRO DI POLIZIA NATO A VICENZA

E’ un ufficiale dei Carabinieri originario di Sulmona, il colonnello Giuseppe De Magistris, 47 anni, il nuovo direttore del Nato Stability Policing Centre of Excellence a Vicenza. Il colonnello sulmonese lascia dunque il Comando provinciale di Brindisi per questo ulteriore prestigioso e delicato incarico. Nel recente passato l’ufficiale ha ricoperto altri incarichi importanti: l’ultimo in ordine di tempo a New York presso il Dipartimento di Operazioni di Mantenimento della Pace delle Nazioni Unite. Qui ha svolto l’incarico di “transnational organized crime expert” nell’ambito della Police Division “nell’Office of Rule of Law and Security Institutions”. Prima dell’incarico a New York,  in Calabria De Magistris aveva retto il comando del Gruppo dei Carabinieri di Locri dal 2013 al 2015. Ma in campo internazionale l’ufficiale sulmonese da tempo si è distinto per la sua preparazione e per la dimostrata capacità. Dopo aver frequentato per tre anni la Scuola Militare Nunziatella di Napoli, dove ha ultimato gli studi classici, nel 1989, il colonnello Giuseppe De Magistris è stato ammesso al biennio dei corsi regolari dell’Accademia Militare di Modena. Promosso sottotenente, ha poi frequentato per due anni la Scuola Ufficiali dei Carabinieri di Roma. Conclusa l’attività formativa, l’ufficiale è stato trasferito presso la Scuola Allievi Carabinieri di Benevento, dove ha svolto attività d’insegnamento, venendo successivamente trasferito, nell’agosto del 1994, al Comando del Nucleo Operativo e Radiomobile di Trapani. Due anni dopo ha lasciato la Sicilia per raggiungere la Sardegna, a Ghilarza (Oristano), dove ha retto il Comando della locale Compagnia. Nel 1999 è stato a Sant’Angelo dei Lombardi (Avellino), al comando di analogo Reparto, che regge anche a Rimini, dal 2001 al 2005. Dal 2005 al 2008, inoltre, è stato Comandante della Compagnia internazionale di Polizia Militare dell’Headquarters Support Group del Quartier Generale delle Potenze Alleate in Europa (Supreme Headquarters Allied Powers in Europe – Shape di stanza in Belgio) e, a doppio cappello, Deputy NATO Provost Marshal nella cellula J3 “operazioni” di quel Quartier Generale.Dal successivo settembre 2008 all’ottobre 2010 ha prestato servizio presso l’ufficio Piani e Polizia Militare del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, deputato a sovrintendere alle attività svolte dall’Arma nell’ambito delle missioni di mantenimento della pace e di cooperazione militare di polizia. In tale contesto, tra l’altro, nel 2010, egli  ha svolto anche le funzioni di segretario del Comitato Interministeriale di Alto Livello della Forza di Gendarmeria Europea (EUROGENDFOR) durante il mandato annuale della Presidenza italiana. Dal 2008 al 2010, sempre a Roma, ha retto l’incarico di Vice Capo della Sala Operativa del Comando Generale, per poi assumere il Comando dei Corsi di Formazione presso la Scuola Ufficiali Carabinieri della Capitale. Oltre a quanto fatto in Belgio nell’alto comando NATO, annovera ulteriori esperienze operative all’estero in diverse operazioni per il mantenimento della pace, segnatamente in Kosovo e Bosnia, in seno a reggimenti “MSU” (Multinational Specialized Unit) a guida Arma, nonché in Iraq e Afghanistan, nell’ambito di specifiche missioni della NATO.



Il tuo commento