SOTTOPASSO FERROVIARIO POPOLI, CRITICITA’ DA RISOLVERE

Criticità per il sottopasso recentemente costruito a Popoli, tra via Moro e via Galilei. A segnalare le criticità e proporre rimedi sono i consiglieri comunali Vanessa Combattelli e Mario Lattanzio. “E’ un collegamento fondamentale con l’ospedale cittadino, eppure a causa di una serie di disattenzioni emergono delle criticità di non poca importanza, specialmente per chi viene da fuori. Infatti i sensi unici di via Aldo Moro e via La Malfa, pur inevitabili, costringono ad un percorso più complesso rispetto al passato, ragion per cui crediamo sia opportuno intervenire al più presto per potenziare la segnaletica” sostengono i due consiglieri. “In particolare, occorrerebbe prevedere prima di ogni incrocio dei cartelli di preavviso che espongano chiaramente l’assetto delle vie che ci si accinge a percorrere e le giuste direzioni da prendere, in sostituzione degli attuali cartelli di “direzione obbligatoria” inutili, in quanto le direzioni consentite sono le uniche possibili – spiegano Combattelli e Lattanzio – sono ancora molti gli automobilisti che, non adeguatamente indirizzati dalla segnaletica verticale, intraprendono la salita verso il passaggio a livello soppresso, per poi dover fare inversione di marcia”. Inoltre per i consiglieri è “opportuno apporre idonea segnaletica orizzontale nel tratto a doppio senso di marcia di via Aldo Moro, in modo da delimitare le due corsie opposte di marcia, ed un cartello di “senso unico frontale” all’inizio del tratto a senso unico della stessa via, all’insegna della massima chiarezza. Potrebbe essere il caso di valutare anche l’istituzione del doppio senso di marcia nel tratto iniziale di via Galilei, tra Ponte Giulio Cesare e l’imbocco del sottopassaggio, evitando così di dover seguire un percorso inutilmente lungo: purtroppo si registrano, a tale proposito, diversi transiti contromano, specialmente nelle ore serali”. Ma altri problemi Combattelli e Lattanzio segnalano per ponte Risorgimento (bivio Stazione) e ponte Giulio Cesare, “entrambi coinvolti nel nuovo assetto viario di collegamento per l’Ospedale: sono di importanza nevralgica per la viabilità cittadina di accesso a molti servizi pubblici”. In proposito i consiglieri auspicano che vengano disposti, a fini di sicurezza, scrupolosi controlli relativi all’inevitabile degrado della loro struttura, affinché insieme alla loro statica ed alla loro risposta sismica, possa essere disposta per essi una giusta manutenzione, prevenendo ogni rischio. 



Il tuo commento