RIENTRA A CASA E TROVA L’ORSO DAVANTI AL CANCELLO, AVVENTURA PER UN GIOVANE A VALLELARGA

Il figlio lo chiama alle due di notte, rientrando in auto dopo una serata con gli amici, dicendogli che davanti al cancello di casa c’è un orso. E’ accaduto la notte scorsa, a Vallelarga, nelle vicinanze della villa dove abita l’ingegnere Carmelo Pantè, professionista assai conosciuto e consigliere comunale a Pettorano. “Quando ho sentito il telefono squillare ho temuto subito che fosse accaduto un incidente, invece mio figlio era rimasto bloccato davanti casa perchè c’era un orso davanti al cancello, se avesse aperto l’ingresso l’orso probabilmente sarebbe entrato dietro di lui” racconta Pantè. “Sono sceso da casa e ho visto l’orso per alcuni secondi, fermo sulla strada, per poi buttarsi verso un formale e scomparire nella fitta vegetazione delle campagne di Vallelarga” aggiunge. Tutto si è risolto in pochi minuti, vivendo per un momento il timore di ritrovarsi l’orso nel giardino di casa. “Io non sono contro gli animali, sia chiaro – commenta Pantè – ma è innegabile che da qualche anno a questa parte viviamo circondati da orsi, cinghiali, cervi e francamente non è una convivenza assolutamente normale, anzi si va facendo sempre più difficile”. “Nei giorni scorsi ho anche detto che non accetto che la popolazione di Vallelarga e di Pettorano sia descritta come gente rozza solo perchè denuncia questo stato di cose – conclude – tutti rispettiamo la fauna selvatica, che fa parte del patrimonio di questo territorio ma ritenere che trovarsi davanti un orso sia del tutto normale non è proprio condivisibile. A questo punto chiediamo che qualcosa venga studiata per arrivare ad una soluzione che possa arginare questa invasione”.



Il tuo commento