SBIC: AREA PEDONALE, SU CENTRO STORICO SI CONTINUA AD ANDARE A TENTONI

Polemiche ampiamente previste per l’area pedonale urbana in vigore da venerdi a domenica scorsi. Il movimento Sulmona Bene in Comune ricorda che per tre anni ha chiesto che “sul futuro del centro storico si mettesse in atto, in collaborazione con l’Università dell’Aquila, una iniziativa di ascolto generalizzato per promuovere una maggiore partecipazione e poter deliberare con maggiore consapevolezza”. “Era ed è una misura di buon senso, invece, niente. L’amministrazione è stata sorda a qualsiasi richiesta e ora dice di volersi imbarcare in ascolti a posteriori, quando i provvedimenti sono già partiti, dei portatori di interesse non si sa bene come organizzati. I residenti, per esempio, non hanno rappresentanze di categorie; loro sì, dovevano essere ascoltati attraverso una indagine di massa” sottolinea il movimento civico. “Questo procedere a tentoni fra esperimenti e polemiche, non dimentichiamo le panchine disseminate, le piazze che diventano strade, le lampade “provvisorie” dell’Annunziata e altro, la dice lunga sulla incapacità dell’amministrazione di avere una visione unitaria sul centro storico, un punto di vista complesso che si faccia sostanza, delibera dopo delibera” accusa Sulmona Bene in Comune. “Noi abbiamo chiesto per tre anni di mettere in campo il buon senso, l’abbiamo fatto per dare una mano, non per “fare opposizione”; ora, a polemiche avviate, non ci resta che dire “l’avevamo detto noi”, conclude il movimento.



Il tuo commento