DUE GIORNI CON LA FIERA DELL’ASSUNTA, RUGGIERI (CNA) ANNUNCIA NUOVA FORMULA

Tutto pronto e nuova formula per la fiera dell’Assunta che da domani, mercoledì 14 agosto e fino alla sera di Ferragosto animerà il centro storico di Sulmona. “Abbiamo adottato una nuova formula – spiega Franco Ruggieri, Presidente della CNA provinciale – poiché abbiamo rinunciato ad allestire i banchi in via Roosevelt per la mancanza dei criteri di sicurezza necessari ma anche perché di intralcio all’avvicinamento al Corso. Viale Roosevelt quindi resterà adibito alla circolazione ed al parcheggio”. I banchi dei commercianti ambulanti saranno collocati da piazza Tresca a piazza Annunziata ma anche in via De Nino e nei pressi di piazza Del Carmine, mentre in piazza XX Settembre ci sarà l’area riservata ai bambini. “Ci saranno 40 banchi, abbiamo selezionato il più possibile prodotti alimentari, uno per regione – continua Ruggeri – in modo da fornire uno spaccato di quotidianità. Abbiamo inoltre puntato su prodotti qualitativi ed interessanti, eliminando quei banchi che più ricevevano critiche, in viale Roosevelt, in quanto vendevano prodotti comuni e per nulla tipici. Ce l’abbiamo messa tutta in questo poco tempo, ora speriamo nella risposta della popolazione”. La fiera dell’Assunta, nonostante sia uno degli eventi più apprezzati dai cittadini e dai commercianti sulmonesi, ha sempre scatenato polemiche per la mancanza di prodotti tipici del territorio tra i banchi ed è proprio per questo il comune ha fornito indicazioni utili alla valorizzazione dell’artigianato e delle tipicità locali. “È stato molto difficile contattare commercianti ambulanti che vendessero di prodotti locali visto che in questo periodo sono molte le fiere qui intorno – conclude Ruggeri – calcolando quindi che fino a quattro giorni fa non si sarebbe dovuta fare ed abbiamo appena firmato le ultime carte, siamo soddisfatti di aver portato quaranta banchi di prodotti qualitativi ed interessanti. Sarebbe meglio che una volta finita questa fiera ci si sedesse a tavolino, con il comune e le associazioni, per fare una revisione del piano organizzativo, oltre ad anticipare la pubblicazione del bando di partecipazione. Ad oggi, il bando, esce a giugno e risulta difficile organizzare tutto in soli due mesi, sarebbe meglio potesse essere pubblicato in aprile in modo da avere più tempo da dedicare a tutti i dettagli dell’organizzazione”.
Lorenzo Marsicola


Il tuo commento