EURONICS E NUOVE AREE COMMERCIALI, IL PD SPEGNE I TONI TRIONFALISTICI

Il Pd spegne i toni trionfalistici e di entusiasmo dell’assessore all’Urbanistica, Luigi Biagi, vice del sindaco Annamaria Casini, e del consigliere comunale Andrea Ramunno sulla delibera consiliare che ha dato disco verde all’insediamento di nuove aree commerciali alle spalle del centro commerciale Il Borgo. Una delibera che consente l’avvio di un nuovo magazzino di prodotti dell’elettronica, Euronics, in passato collocato nel Centro Il Borgo. “L’assessore Biagi e il consigliere Ramunno hanno in queste ultime ore cavalcato la notizia di imminenti aperture di locali commerciali lungo Viale Della Repubblica, autoproclamandosi i risolutori indiscussi di problematiche quarantennali. Negli ultimi mesi gli annunci di possibilità di assunzioni in Valle Peligna si sono susseguiti un po’ ovunque e sembra sia diventato lo sport preferito anche a palazzo San Francesco. “Decine di assunzioni nel nascente centro commerciale” – sottolinea il Pd – la verità è ben altra. In realtà il Consiglio comunale nell’ultima seduta, con delibera n.°n 46 si è limitato a validare una mera presa d’atto di quanto già deliberato dalla precedente amministrazione con delibera n.° 61/2015 di consiglio comunale (giunta Ranalli)”. “Si tratta di cessioni di aree a titolo gratuito scaturenti dall’intervento urbanistico meglio identificato oggi come “Borgo”, cessione che doveva essere assolta (questa si) fin dal 1980 e che riguardava terreni da destinarsi a parcheggi e verde pubblico – spiegano i dem – al riguardo, appare paradossale, invero, come mentre con delibera del 2015 (Ranalli) la cessione complessiva delle aree ammontava a metri quadrati 9.268,00, con la delibera Casini  “sventolata”  dai nostri amministratori verranno ceduti al Comune solo 8.708,00 metri quadrati., ovvero una “piccola”  diminuzione di spazi pubblici di 560 metri quadrati. Chiamiamolo sconto per i tempi biblici?”. Per il Pd “l’esaltazione di assessore e consigliere Ramunno per un “Risultatone” socio economico importantissimo va un tantino ridimensionata”. “Altra cosa, invece, la possibilità di “Ultimare” l’ampliamento del centro commerciale, fermo da anni, per il quale dovrà esprimersi il nuovo dirigente del 3° Settore e verificare se ci sono tutti i presupposti per concedere la relativa autorizzazione,  e forse l’apertura –  Insomma si fa passare per evento una semplicissima delibera di presa d’atto dell’enorme ritardo accumulato dagli uffici in questi tre anni di Casini” conclude il Pd.



Il tuo commento