“SADIO NON SEI SOLO”, IN PIAZZA LA SOLIDARIETA’ CON IL GIOVANE AGGREDITO

E’ assordante il silenzio della città sul caso di violenza che ha colpito il giovane senegalese Sadio Camera. A denunciare questo silenzio sono numerose associazioni cittadine e regionali, movimenti e partiti e dallo stesso vescovo della diocesi di Sulmona-Valva, Michele Fusco. Oggi pomeriggio, durante le esibizioni di gruppi europei in piazza XX Settembre, un gruppo di manifestanti ha esposto uno striscione di solidarietà con il giovane senegalese, ora ricoverato in prognosi riservata nell’ospedale di Pescara. Una scelta non casuale quella di manifestare durante l’esibizione dei gruppi europei, per rimarcare lo spirito di amicizia e fratellanza che sempre dovrebbe segnare i rapporti tra popoli e nazioni.  Dunque le associazioni e i movimenti rifiutano con decisione il silenzio che fatte salve rare eccezioni sembra accompagnare questa drammatica vicenda. Le associazioni, i movimenti, i partiti, ritengono essenziale “tenere accesi i riflettori in modo che sia fatta piena luce su questo inquietante episodio”. Intanto in un’assemblea che si è riunita ieri sera sono state anche decise e messe a punto azioni di concreto sostegno e solidarietà con il giovane brutalmente aggredito. “Sadio non è solo – continuano a ripetere tanti giovani – siamo vicini in spirito di vera solidarietà a questo giovane, vittima di una vile aggressione e diciamo questo con convinzione e chi muove accuse di strumentalizzazione, sono persone indifferenti e insensibili che vogliono solo buttarla in caciara per minimizzare la reale portata di questo squallido episodio, mentre noi vogliamo restare vigili perchè la verità venga a galla e sia fatta giustizia”.