IN ARRIVO NUOVE ASSUNZIONI DI MEDICI PER L’OSPEDALE DI SULMONA

Nuove assunzioni di personale medico per l’ospedale di Sulmona. A fare il punto della situazione, rassicurando sulle condizioni dell’organico medico nell’ospedale dell’Annunziata, è il direttore generale facente funzione della Asl, Simonetta Santini. Il direttore generale ha precisato che è stato nominato il direttore del pronto soccorso, sono stati assunti tre dirigenti medici, per chirurgia generale, ematologia e ostetricia-ginecologia e sono state avviate le procedure per l’assunzione di altri cinque medici, prevedendo la stabilizzazione per altri dieci. I cinque medici, che verranno assunti saranno assegnati a chirurgia generale, di cui due a tempo determinato e al pronto soccorso, tre a tempo indeterminato, a condizione però dell’accettazione da parte degli interessati. A queste assunzioni va aggiunta quella entro quest’anno di un medico oculista. Il piano messo a punto dalla Asl riguarda anche la stabilizzazione di dieci medici, che già lavorano in azienda, il cui contratto sarà convertito da tempo determinato a indeterminato. Questa operazione, già messa in cantiere dalla direzione Asl, interesserà sei medici di anestesia e rianimazione, e uno ciascuno per oculistica, oncologia, diabetologia e pediatria. Inoltre un avviso pubblico è stato bandito per due medici radiologi. Il direttore generale facente funzione fa rilevare che l’azione di incremento del personale del presidio peligno non si esaurirà con queste assunzioni, prevedendo ulteriori immissioni in organico di sei medici, già programmate nell’ambito del piano triennale di fabbisogno del personale 2019-2021. Queste assunzioni, tutte a tempo indeterminato, riguardano medicina interna, per due medici, neurologia, per un medico, lungodegenza, per due medici e radiodiagnostica, un medico. “L’ospedale di Sulmona riveste un ruolo importante per un ampio territorio e il nostro impegno è potenziare l’organico a dispetto delle innumerevoli difficoltà legate al reclutamento degli specialisti che accettano con estrema riluttanza” conclude Santini.



Il tuo commento