CADE SULLA SCALINATA DELL’ACQUEDOTTO E DENUNCIA IL COMUNE

Inciampa e cade suI cordoni dell’acquedotto  e denuncia il Comune per lesioni.  Protagonista dell’ultimo caso spinoso per l’ente, già alle prese con numerose richieste di risarcimento, un anziano ambulante, F.V. di 81 anni che si è lussato una spalla a seguito di una rovinosa caduta sui gradini sotto gli archi dell’acquedotto medievale. L’anziano stava recandosi dal barbiere quando il suo piede è rimasto incastrato nella parte del gradino rovinato. Inevitabile la caduta con l’81enne che è rimasto su un fianco, dolorante per terra. Alla scena hanno assistito due testimoni che sono immediatamente corsi in aiuto dell’uomo. Trasportato in ospedale, l’anziano è stato sottoposto agli esami del caso dai quali è emersa la lussazione della spalla sinistra con una prognosi di 20 giorni. “Denuncerò il Comune per lesioni perché mio padre poteva rimetterci la pelle”, annuncia il figlio dell’uomo, “se al posto di cadere sulla spalla mio padre avesse battuto la testa a questo punto stavamo celebrando il suo funerale. E questo perché il Comune non fa il proprio dovere tenendo in ordine le strade. Mi dispiace, ma questa volta andrò fino in fondo”.



Il tuo commento